Caldaie a condensazione

Caldaie a condensazione

Avrai certamente sentito parlare di caldaie a condensazione.

La tecnologia a condensazione ti permette di ridurre in modo sensibile i consumi di gas. Il risparmio sulla tua bolletta può avere un abbattimento fino al 20% rispetto a una caldaia di vecchia generazione.

Per ottenere questa riduzione nei consumi viene sfruttato il calore latente del vapore dei fumi di scarico per produrre calore.

Nella caldaia a condensazione attraverso un processo fisico viene ridotta la temperatura del vapore da 120° a 80° che si trasforma di nuovo in acqua.

La tecnologia sfrutta il processo della condensazione per incrementare il potere calorifico facendo uso dell’energia dei fumi di scarico. Viene raggiunto in questo modo un rendimento termico (quantità di calore trasferito all’acqua dalla caldaia) di oltre il 108%.

In Italia sono stati predisposti incentivi statali in forma di agevolazioni fiscali che si possono richiedere per ristrutturazione edilizia o di interventi di riqualificazione energetica da parte di un cittadino privato italiano o di un condominio.

È possibile ottenerli per caldaie qualora si sostituisca una vecchia caldaia o la si ripari con innovazioni.

Si può optare per una di queste possibilità (le due detrazioni non sono cumulabili):

  • detrazione fiscale del 50% (caso di interventi di ristrutturazione e recupero del patrimonio edilizio).
  • detrazione fiscale del 65% (caso di interventi di riqualificazione energetica).

La normativa di riferimento è contenuta nella legge n.90/2013 del 3 agosto 2013, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.181, (conversione del decreto legge n. 63/2013), e nelle sue successive modificazioni.

Al momento gli incentivi sono possibili fino al 31 dicembre 2017.